Come realizzare il proprio Toonme

Spread the love

A dicembre vi abbiamo parlato di una challenge di disegno che spopolò su Instagram nel 2018: la pennychallenge.

Ciclicamente sulla piattaforma nascono nuove sfide, nuovi modi per confrontarsi con altri utenti che disegnano, al fine di creare rete e interazioni tra professionisti e amatori.

Una delle ultime novità che ha trovato ampio consenso tra i disegnatori online è la challenge Toonme.

In cosa consiste la challenge?

Sostanzialmente l’idea è quella di rappresentare se stessi in versione illustrata, modificando una foto di base che, a fine lavoro, risulterà per metà foto e metà disegnata.

Con questo esercizio, si crea una vera e propria fusione tra realtà e fantasia.

Abbiamo quindi deciso di realizzare un tutorial per spiegarvi come poter mettere in campo la vostra creatività per realizzare un personalissimo toonme.

Partiamo dalla foto, selezioniamone una che ci ritrae frontalmente, meglio se mezzo busto / primo piano. Chiara, come immagine di esempio, ha scelto questa foto con la sorella Giulia.

A questo punto scegliamo la porzione di foto che vogliamo andare a reinterpretare attraverso il disegno.
N.B.: Se lavorate in tradizionale, potete stampare la foto e sovrapporci un foglio bianco. A questo punto mettetevi in controluce per vedere sul foglio bianco le linee della foto sottostante. In questo modo potrete ricalcare l’immagine appoggiando la foto e il foglio bianco alla finestra oppure su un tavolo di vetro mettendo una lampadina sotto il tavolo.

Se volete lavorare in digitale, invece, potete farlo sovrapponendo alla foto un nuovo livello bianco in trasparenza e sopra di esso un altro livello vuoto su cui andremo a disegnare (lavorando con un qualsiasi programma di disegno digitale).

Ora, definita la porzione che vogliamo trasformare in cartoon, ricalchiamo (con una matita sul foglio bianco – se lavoriamo in tradizionale – o con la tavoletta grafica sul nuovo livello – se lavoriamo in digitale – ) le linee principali della foto.

Ricalcata la porzione scelta in originale, dovreste ritrovarvi qualcosa del genere.

Procediamo ricalcando il disegno con trattopen (lavorando in tradizionale) o con un pennello nero su un nuovo livello (se lavoriamo in digitale).
Questo step è molto importante perché, se prima ci siamo limitati a ricalcare linee e forme, adesso dobbiamo cercare di modulare il tratto rendendo più visibili le linee principali e più leggere le linee secondarie (es.: la linea che costituisce la sagoma della treccia sarà più spessa rispetto alle linee interne dei capelli).

Ora possiamo dedicarci alla colorazione della parte disegnata.


Se avete lavorato in tradizionale, potete togliere la foto sotto il foglio e mettervi su un qualsiasi piano di lavoro per colorare la vostra illustrazione.
Se avete lavorato in digitale create semplicemente un nuovo livello tra quello bianco con opacità ridotta e il livello con il disegno per la colorazione.

In questa fase di colorazione potete sbizzarrirvi e lasciare libero sfogo alla creatività. Se lavorate in tradizionale potreste addirittura pensare di mischiare più tecniche, unendo il pastello con l’acquerello oppure con i pennarelli a punta fina.

Potete decidere di richiamare i colori della foto, in modo da creare maggiore armonia tra le due immagini.

Se avete lavorato in tradizionale, una volta terminata la colorazione, potete ritagliare la vostra immagine illustrata e andarla ad incollare sopra la foto stampata per avere il progetto ultimato.

Ecco un altro esempio di toonme realizzato per un progetto in collaborazione con Ottica Orlandi.

Che ne pensi di #toonme ? Ti è piaciuto questo esercizio di creatività?

Se ti piace l’argomento e vuoi leggere ulteriori articoli sul tema, tutorial o materiale da scaricare, lascia un commento a questo post!

_____________________________

I LAVORI DEI NOSTRI LETTORI


Seguici anche su Instagram:
La Fabbrica dei Sogni

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del sito? Iscriviti alla newsletter!

Scopri gli altri articoli della sezione creatività e tutorial