Intervista a Stefania Gagliano

Spread the love

Dopo 2 mesi di pausa da questa rubrica torniamo con una nuova intervista creativa.
Chi ci segue dai primi tempi sa che periodicamente La Fabbrica dei Sogni ospita diverse figure artistiche tra cui illustratori, fumettisti, pittori, scrittori (italiani e non).
Lo scopo è quello di divulgare la creatività e far conoscere ai lettori il dietro le quinte di specifici mondi artistici.

Questa intervista, così come altre che ne seguiranno, nasce in collaborazione con Bimble, giovane startup bolognese che mette in contatto artisti e attività commerciali (nello specifico locali pubblici come pub, bar, vinerie, ecc…) al fine di offrire nuovi spazi espositivi agli artisti e nuovi eventi organizzati per le attività.

Oggi, quindi, scambiamo quattro chiacchiere con la talentuosa Stefania Gagliano, pittrice di Modica, membro del circuito Bimble e conosciuta in arte come Essegì.

 Ciao Stefania. Grazie per aver scelto di raccontarti alla Fabbrica dei Sogni. Allora, come e quando ha avuto inizio il tuo percorso nel mondo della pittura?

Ciao!
Credo sia iniziato da sempre, da quando avevo 4 anni e portavo ovunque vecchie agende e una matita, o una penna, per riempirle di disegni, o al liceo scientifico, o quando nel 2011 ho scoperto la scuola d’Illustrazione per l’infanzia a Sàrmede…
Ma forse il vero momento in cui tutto si è davvero delineato come percorso pittorico è stato l’8 novembre 2017, quando per un intervento di routine agli occhi (laser prk) ho provato non pochi disagi, per problemi di salute legati alla vista che avevo già: non riuscivo a disegnare, per mesi interi fare pochi segni su un foglio era da svenimento…
Un caos! Dopo 2 mesi dall’operazione ho preso un aereo per frequentare un corso dia acquerello a Sàrmede.

Durante il corso avevo con me colliri in quantità industriale, e integratori che sono diventati compagni quotidiani. Quell’esperienza di impossibilità a disegnare e di limite mi ha talmente colpito che ho capito davvero quanto la pittura tradizionale e il mondo dell’illustrazione fossero vitali per me, ed è veramente iniziato tutto!
Da quell’istante le colorazioni con Photoshop sono quasi svanite, mi sono buttata a capofitto sul tradizionale, ed è stato bellissimo riscoprire la meraviglia del materico.

Mai come adesso credo di sentirmi felice di ogni tenace istante.

Stefania Gagliano
Stefania Gagliano

Mi affascina moltissimo la scelta nella composizione delle immagini: le tue illustrazioni sembrano quasi dei mosaici. Come è nata l’idea di lavorare in questo modo, utilizzando specifiche forme geometriche?

Grazie di cuore per aver notato questo aspetto, un’idea che in realtà ha preso il via molto casualmente! Penso che sia stata spontaneamente guidata dalla voglia di realizzare illustrazioni come incroci di linee, come segni danzanti e ricerca dell’Anima.
Questo gennaio ho mostrato una delle illustrazioni ad un’insegnante che adoro, Marina Marcolin, e mi ha fatto pensare lei alla definizione che dai.
Ha detto “sembrano delle vetrate”.
Non avevo mai pensato che potessero suscitare questa immagine, e adesso è sempre più una scelta mirata. Mi piace considerare i dipinti come un gioco che facevamo da piccoli, “segna la traccia per giungere al tesoro”!

Così chi osserva le illustrazioni, al primo impatto vede solo tanti colori e movimento, ma avvicinandosi e soffermandosi, lasciandosi guidare dalle linee sovrapposte per trovare il disegno “matrice”, può seguire con lo sguardo i colori, che vorrebbero comporre una musica, come piccole note racchiuse in figure geometriche per essere più riconoscibili e immediate.
Ho frequentato il liceo scientifico e scelto grafica nel percorso universitario, credo sia anche un’impostazione mentale quella del “geometrizzare” i segni, così come si fa quotidianamente per disegnare e fare sketch.
Penso che le tessere/mosaico si creino poi con linee abbracciate.

Stefania Gagliano donna con tigre
Stefania Gagliano

Scorrendo velocemente la gallery si nota una grande predominanza del colore blu. Che significato ha per te questo colore?

Il blu, che da qualche tempo si è trasformato da ceruleo a cobalto fino a blu di prussia, è il colore base del mio amico di vita, il Mare.
Il blu mi invita ad accogliere una sfera spirituale, ed è la base per la musica giusta, almeno per adesso.
A volte azzardo altri colori, ma il Blu, anche solo un pezzettino, mi sorride sempre fra le linee.
È la mia essenza, la riporto ovunque senza pensarci troppo.

Stefania Gagliano tigre
Stefania Gagliano

Solita domanda di routine 🙂 ci descriveresti una tua giornata tipo di lavoro?

Non c’è una vera e propria giornata tipo, se non è intervallata da tanti altri lavori, non può essere tale!
Per mantenere questo Lavoro e anche comprare materiali ho fatto di tutto: da animatrice, a babysitter.
Adesso sono felice di collaborare spesso con la libreria indipendente “Ma Però” a Modica per laboratori creativi dedicati ai bambini, o aver fatto alcune esperienze a scuola per il progetto Pon.
Sono stata anche collaboratore scolastico quest’anno, penso di aver fatto davvero di tutto per sostentare sempre il lavoro-illustrativo principale.
Mi contattano associazioni o aziende per lavori specifici, come e-book, grafiche, o privati, e da pochi mesi mi dedico molto a creare per proporre dipinti su etsy o altre piattaforme.
Forse in questa quarantena mi sono davvero esclusivamente dedicata alla pittura e, se parlo di questi giorni, la giornata-tipo è musica, sketch di tutti i tipi, a partire da foto/reference per la maggior parte, per allenare la mano.
E poi le idee nascono da se con l’esercizio. Trovata l’idea trasferisco o su foglio (se si tratta di acquerello) o su tela con altri medium. E lì inizia la “danza” per creare il dipinto. Amo ballare quindi anche quest’altra passione concorre a dare ispirazione permettendomi di creare.
Spesso le idee sono anche rielaborazioni di sogni o di canzoni che fanno capolino all’improvviso.

Stefania Gagliano danza
Stefania Gagliano

Seconda domanda di routine per i nostri intervistati (eheh) secondo te in Italia si può vivere di arte?

Sto provando di recente a lottarmi sempre più per questo, mi sono anche affidata ai consigli preziosi di Stefania Monopoli, coach per artisti, per capire qualcosa in più riguardo questo mondo. È una passione magnifica ma è anche un lavoro, e ancora capita di sentirmi dire “Va bene, hai disegnato. E il lavoro come va?”
Quindi, tenacemente, continuo a lottare perché possa vivere di arte. Secondo me si può eccome…
Basta solo trovare i canali giusti, con costanza e fatica certamente, proponendosi ma lavorando moltissimo su se stessi per scoprire veramente cosa si può dare, quale sia il proprio essere/ marchio di fabbrica che permetta di risultare riconoscibili, e questo è un cammino lungo, ma che può fare la differenza fra hobby e Lavoro

Per esperienza personale, nel nord Italia trovo più possibilità da questo punto di vista, ma con Instagram e altri canali siamo più connessi. Speriamo in un cambiamento per tutti.

Stefania Gagliano
Stefania Gagliano

Che tipo di sviluppo immagini per la tua carriera artistica? Come ti vedi da qui a 10 anni?

Mi immagino sempre fra le nuvole, ancora più di adesso!
In ricerca, in viaggio, fra mostre, corsi di aggiornamento ed esperienze nuove.
Magari facendo ancora laboratori per i più piccoli…
Spero che fra 10 anni avrò usato e sperimentato tutte le tecniche possibili ed immaginabili, magari collaborato anche per libri cartacei, e poi un grande sogno: unire la danza-tango, alla pittura.
Piano piano…

Stefania Gagliano donna con pesce
Stefania Gagliano

Quali sono gli artisti che ti ispirano maggiormente nel tuo percorso?

Amo l’arte in generale e trovare in ognuno un aspetto di emozione, quindi è complesso.
Ma se mi dovessi riferire a due colossi, non per ciò che realizzo ma penso proprio per un ricordo di linee, mi vengono in mente Ingres e Matisse.
Amo gli impressionisti, alla follia, Schiele per la spontaneità vigorosa.
come contemporanei adoro moltissimi artisti, illustratori come Guasco per la linearità espressiva stupenda e il maestro fiabesco Zavrel.
Ma anche conoscenti… Diciamo che accolgo l’ispirazione come un regalo, trovandola con aspetti diversi da ognuno.

Stefania Gagliano

Manderesti un saluto ai lettori della Fabbrica dei Sogni?

Un abbraccio e buonissimi…disegni-sogni! 🙂

Stefania Gagliano

I link per trovare Stefania Gagliano nel web

Instagram
Facebook
Etsy

I link di Bimble

Instagram
Facebook


Scopri gli altri articoli del sito per la categoria “Interviste creative” e per rimanere aggiornato su tutte le news, iscriviti alla nostra newsletter