Disegnare i ricordi delle vacanze

disegnare le vacanze

Anche quest’anno, come tutti gli altri, ho deciso di fissare su carta i momenti e i luoghi più belli delle vacanze. In questo articolo ti porto alla scoperta del mio iter creativo per ispirarti nella realizzazione del tuo diario e disegnare i ricordi delle vacanze.

Per il materiale ho utilizzato una sola agenda Moleskine per artisti, acquerelli, due pennelli, matita morbida, penna a sfera, tre marcatori di cui uno per calligrafia, gomma-matita e gomma normale.

acquerelli e materiale per dipingere

I contenitori per l’acqua invece li ho reperiti sul posto, riclicando vaschette di plastica e cartone per alimenti e bevande.

materiale di riciclo per dipingere

Disegnare i ricordi delle vacanze: le reference

La Moleskine è pratica e posso portarla nello zaino comodamente insieme alla matita e alla penna a sfera.
Ho approfittato di pause e soste varie per disegnare il più possibile dal vero, per cogliere dettagli ed elementi che spesso dalle foto non si notano.
Inoltre le emozioni del momento sono sempre più sincere e i disegni, anche se non perfetti, sono sicuramente più emozionanti.

Ogni sera, poi, tornata al residence, ho completato le doppie pagine con altri disegni, aiutandomi con foto scattate con il cellulare e inserendo informazioni interessanti e allegando piccoli ricordi o biglietti da visita.  

Disegnare i ricordi delle vacanze

Disegnare i ricordi delle vacanze: materiali e trucchi di stile

La carta Moleskine non è perfetta per gli acquerelli ma trovo che il risultato sia comunque molto soddisfacente. Piccole difficoltà, come la texture di un vecchio maso, possono essere superate con un pennello ben appuntito.

Per rendere la rugosità della pietra, un trucco molto utile è quello di schizzare il colore con piccoli e decisi colpetti sul pennello, proteggendo il resto del disegno con della carta assorbente.

Se il disegno viene eseguito con la penna a sfera (magari un bel blu, adatto ai contorni dei paesaggi alpini), può essere poi arricchito con un’altra texture per rendere la roccia, grazie a un triangolino di spugnetta per i piatti, altro materiale facile da reperire.


Completare tutte le pagine in loco è stata una bella sfida, ho rischiato di sottrarre tempo prezioso alla vacanza. Quindi una parte è stata rifinita e arricchita al rientro a casa. Ho usato sempre la stessa tecnica (tranne una volta che ho voluto provare i pastelli a olio), per dare coerenza formale e linearità al diario. Ecco una carrellata finale delle altre pagine.


Sicuramente non sono riuscita a rendere tutta la bellezza della Val di Sole, che è un luogo magico e inafferrabile. Cascate, laghi, ghiacciai, pascoli e praterie, boschi e sentieri ombrosi, custodiscono un patrimonio naturale talmente prezioso da rimanere impresso nel cuore.
Ma spero comunque di aver racchiuso un pezzetto di tutte queste meraviglie nel mio “diario dei ricordi”, da conservare tra le cose care.

Ora tocca a te sperimentare l’articolo “disegnare i ricordi delle vacanze”!
Se vuoi metterti alla prova con le idee proposte sul sito, iscriviti al nostro gruppo Facebook cliccando qui.
Segui i tutorial della sezione ispirazione su carta.

_________________

articolo di Cinzia Imparatocorsi di disegno a Modena