Approcciare al disegno divertendosi

Spread the love

Le materie artistiche, di solito, o si amano o si odiano.
Nel mio percorso di studi ho avuto alti e bassi, dovuti alla difficoltà riscontrate nel relazionarmi con la tecnica. In musica non riuscivo a dosare il fiato col flauto dolce, in arte faticavo a star dietro a tutte le indicazioni che l’insegnante ci forniva (senza mostrarci quasi mai l’iter pratico del lavoro).
Nonostante in disegno raggiungessi a fatica la sufficienza, ho scelto comunque di continuare il mio percorso di studi nel settore, fino a far diventare l’illustrazione un punto cardine della mia professione.

Illustrazione "Make a Wish"

Sebbene la sfiducia dell’insegnante mi avesse portata nel tempo ad avere dubbi ed esitazioni sulle mie capacità, sono comunque riuscita a creare la mia strada.
Ecco perché penso sia importante far capire ai bambini/ragazzi che un voto non è un’etichetta e che si può imparare e crescere in una specifica materia, anche se l’insegnante dice il contrario.

Il disegno deve essere un canale di gioco, di espressione, di creatività, un modo per esternare le proprie emozioni, idee e pensieri.

Quando due anni fa ho tenuto un laboratorio di disegno per bambini tra i 9 e i 15 anni, il primo aspetto su cui mi sono soffermata per lavorare insieme è stata l’osservazione della realtà. Saper osservare la postura di un corpo, la forma di un mobile, i colori di un ambiente è il primo passo per imparare a rielaborare il tutto secondo una propria visione.

dal disegno al collage

A questo proposito, ricordo che una volta l’insegnante d’arte di mio fratello gli chiese di disegnare il mare. Lui, munito di pastelli azzurro e blu, riempì completamente il foglio di colore senza lasciare neanche uno spazio bianco.
Prese un’insufficienza perché, secondo lei, illustrare il mare significava fare le onde, la spiaggia, gli ombrelloni, il cielo, il sole e così via…

Quindi, vedendo giudicato negativamente il suo lavoro, mio fratello si convinse di non saper disegnare. E questo l’ha portato a smettere di provarci. Solo recentemente, con un piccolo incoraggiamento e sostegno da parte mia, ha ricominciato a prendere in mano la matita.

È veramente importante far capire ai propri figli/alunni che l’arte deve essere prima di tutto divertimento, creatività, libertà espressiva.

il disegno come forma di espressione

Alcune mamme mi hanno chiesto consiglio su come poter avvicinare i propri figli al disegno.
Queste sono alcune delle idee che vi propongo, sperando possano essere d’aiuto 🙂

Se l’argomento dovesse interessarvi, provvederò presto a creare nuovi post con altre idee per affrontare in modo creativo e divertente il tema del disegno, anche in ambito scolastico. Fatemi sapere con un commento!

Nel frattempo, se volete dare un’occhiata agli altri post della sezione scuola e creatività, cliccate qui <3

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.