2017: buoni propositi creativi per aiutare l’ambiente

Con l’inizio del 2017 siamo ormai alle prese con i nostri buoni propositi. 🙂
Chi più chi meno, ciascuno di noi si è posto degli obiettivi da raggiungere.
Tra i miei ce ne sono alcuni che riguardano anche la collettività e l’ambiente
in cui vivo; sono davvero convinta che nella vita sia importante lavorare non solo per
migliorare noi stessi ma anche la realtà che ci circonda.
Così ho deciso di scrivere questo post: alcuni spunti creativi che possano
permetterci di aiutare l’ambiente, divertendoci.
Augurandomi che l’idea sia di vostro gradimento, vi auguro una buona lettura!

Riciclo creativo

Ormai da diversi anni, per combattere il problema dello smaltimento dei rifiuti,
si è diffusa in tutto il mondo la tendenza di dare una seconda vita agli oggetti.
Su internet si trovano migliaia di siti che danno consigli su come riciclare rifiuti
per ricavarne oggetti simpatici ed originali senza spendere molto.
Una delle pagine Facebook che seguo che fornisce interessanti spunti al riguardo
è RicicloCreativoCom.
Si può riciclare veramente di tutto e in modo divertente.
Ad esempio, con una stampa (ricavata tra l’altro riciclando un vecchio cartoncino
e un barattolo della marmellata) si può ottenere un portapenne personalizzato
come questo che ho creato.

customjar

Alimentazione… creativa

Con la diffusione dei vari talent culinari, è ormai risaputo che anche in cucina
si può creare con poco. Esistono migliaia di ricette svuotafrigo che consentono
di realizzare velocemente piatti sfiziosi con pochi ingredienti; in questo modo
si riducono al minimo i consumi di alimenti e conseguenti sprechi.
Sul sito Misya.info potete trovare tantissime ricette svuotafrigo.

Appunti creativi

Per chi come me lavora quotidianamente con la carta, la ricerca di metodi
per consumarne la minor quantità possibile è continua.
Ultimamente, ad esempio, al posto dei post-it utilizzo una lavagna bianca
che mi consente di tenere segnati tutti gli appunti, evitando uno
spreco eccessivo di carta.
Cerco di tenere tutto il materiale di lavoro in digitale e di stampare
solo lo stretto necessario, optando per il fronte/retro quando posso.
Conservo sempre i fogli delle stampe errate così da poterle riutilizzare
dall’altro lato per test di stampa futuri.
____________________________________________
Se volete ampliare la lista delle vostre “buoni abitudini per l’ambiente” vi suggerisco
di dare un’occhiata al sito romaltruista.it 🙂

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.